Could create table version :No database selected News CRESO | Scuola di Osteopatia CRESO
Caricamento...
News2017-09-25T12:05:56+02:00

Il ritmo delle forze vitali nel cranio in osteopatia

Luglio 6th, 2015|Il Punto|

Il ritmo delle forze vitali nel cranio in osteopatia In genere, quando una persona arriva nel nostro studio è perchè ha una disfunzione che non gli consente una buona qualità di vita. A parte il dolore, come meccanismo di difesa, mostrerà stati emotivi differenti che saranno in relazione alle forze vitali di

Osteopatia cranica: SSB (sincondrosi sfeno-basilare) e asse polare

Marzo 24th, 2015|Il Punto|

Osteopatia cranica: SSB (sincondrosi sfeno-basilare) e asse polare Se lo scopo fosse davvero quello di lavorare su/con una particolare struttura, che senso avrebbe un asse principale perpendicolare al piano di quella struttura? In pratica si avrebbe una compressione-decompressione approssimativamente parallela alla linea tra nasion e uvula, con un asse di rotazione lungo

Osteopatia pediatrica: suzione e fontanelle

Marzo 22nd, 2015|Il Punto|

Osteopatia pediatrica: suzione e fontanelle Come osteopati abbiamo sicuramente visto pulsare una fontanella infantile senza forse renderci conto di quali siano le implicazioni che puo’ suggerire l'osservazione. Ci siamo limitati a pensare che l’impulso cardiaco è visibile perché le suture non si sono ancora armonizzate e il cranio non ha ancora assunto

Andrew TAYLOR Still, le sue donne

Gennaio 7th, 2015|Il Punto|

Andrew TAYLOR Still, le sue donne Dietro ogni uomo di successo c’è sempre una grande donna. Chi sono le donne di Still? Cominciamo da sua madre: Martha Taylor. Poiché, come storia tramanda, il padre era un predicatore itinerante -e quindi spesso assente- è Martha che si occupa dell’educazione e dell’ istruzione di

Osteopatia e tipologie di osteopati in Italia: qual è la tua?

Gennaio 6th, 2015|Il Punto|

Osteopatia e tipologie di osteopati in Italia: qual è la tua? La professione osteopatica raggruppa un numero estremamente eterogeneo di professionisti che dovrebbero operare con l'unico titolo di osteopata. (!) Da ormai una decina d’anni, e sistematicamente in crescendo, sto assistendo con preoccupazione ad una divisione costante all'interno della nostra professione. Alla

Condividi sui social